venerdì 3 febbraio 2012

Doppio sogno - Arthur Schnitzler


(Traumnovelle - 1926)

"Tuttavia, come quel precedente sentimento di orrore e vergogna superava di molto tutto ciò che ci si può immaginare da svegli, così non c'è sicuramente nulla nella nostra vita cosciente che possa uguagliare la serenità, la libertà, la felicità che ho provato in questo sogno."

Impossibile stabilire se quello che si raccontano a vicenda Albertine e Fridolin sia sogno o realtà, perché con le loro parole lasciano affiorare desideri repressi,  tensioni interne,  fantasmi dell'inconscio. E l'effetto è tale che il loro rapporto cambierà per sempre. Bel racconto breve e intenso.


Eyes Wide Shut, girato da Kubrick nel 1999

5 commenti:

  1. Ma non l'ho letto! Non ancora, almeno. Lo cerco, mi punge.

    RispondiElimina
  2. Bel libro, da cui Stanley Kubrick ha tratto Eyes Wide Shut, con Cruise e Nicole Kidman. Forse il film non rende altrettanto bene l'allucinante scoperta del proprio inconscio come il romanzo, che è imperdibile.

    RispondiElimina
  3. Beh, questo è un signor libro, corto, ma non da leggere velocemente. I due hanno un rapporto complicato e molto profondo, e anche rileggendolo non sono sicura di poterlo comprendere fino in fondo. Ma tocca un argomento insolito, e inquietante.

    RispondiElimina
  4. La festa in maschera, la carrozza... una notte indimenticabile, e due personaggi ambigui, forse un po' morbosi, senza confine tra verità e invenzione. Un romanzo estremo, e come dice Alud, davvero inusuale.

    RispondiElimina
  5. Ad essere sincera, questo libro mi ha turbato profondamente, e non sono di certo una benpensante, o una moralista. Non mi hanno turbato le parole, o il linguaggio in generale, piuttosto direi l'atmosfera da trip che si respira. Non sono certa se è un doppio sogno, o un doppio incubo. In un certo senso mi ha fatto paura, e certamente avrei paura se capitasse a me. Come dire: avrei paura di me stessa se mi lasciassi andare fino a questo estremo. Biba

    RispondiElimina