mercoledì 30 maggio 2012

Dracula - Bram Stoker





(Dracula - 1897)

Uno strano silenzio sembrava posare su ogni cosa, ma, tendendo l'orecchio, ho udito, come se provenisse dal fondovalle, l'ululare di molti lupi. 
Gli occhi del Conte hanno avuto un lampo, ed egli ha detto:
"Ascoltateli, i figli della notte. Che musica fanno, eh?"



Bela Lugosi

Romanzo gotico davvero epocale, talmente letto e adattato cinematograficamente da rendere superflua qualunque introduzione. Ci sono personaggi che arrivano alla totalità della gente:  anche quelli che non leggeranno mai un libro sanno chi è Dracula.  Storia radicata  nel torbido delle paure, dell'inconscio e del soprannaturale, al limite tra il fiabesco e l'horror,  entra di diritto nell'immaginario universale, andando ad eclissare ogni altro romanzo sui vampiri precedente, come quello di Polidori, per non parlare dei successivi, assolutamente inferiori e meno coinvolgenti.
Francis Ford Coppola ne trae nel 1992 un film spettacolare sotto tutti gli aspetti: la fotografia, i costumi, la recitazione stessa, in particolare Gary Oldman, perfetto nel ruolo del Conte Dracula/Principe Vlad III.


Gary Oldman nel film di Coppola del 1992


Sadie Frost (Lucy) ne film di Coppola del 1992


Christopher Lee, che mai si liberò del ruolo di Dracula


 Bram Stoker died at No. 26 St George's Square, London. He was cremated, and his ashes placed in a display urn at Golders Green Crematorium.

“Faith, that faculty which enables us to believe things which we know to be untrue.” 
― Bram Stoker, Dracula

12 commenti:

  1. "Sta arrivando dall'aldilà
    non è un incubo è realtà
    dai Carpazi fin qui
    la tempesta si annuncia ormai
    dopo secoli e civiltà
    sta arrivando non ha pietà
    il dragone che a Dio
    la vendetta giurò..."

    Fantastica anche l'opera rock della PFM!!

    RispondiElimina
  2. tu, proprio tu! Che hai tra i tuoi film preferiti Dracula del 1931 di Browning con Bela Lugosi! D'accordo, il film con Gary Oldman e Keanu Reeves è magnifico, ma come dimenticare questo capolavoro senza mezzi, dove le tenebre e le ombre inquietano più delle ipertecnologie moderne!

    RispondiElimina
  3. Mina: "Dottore, com'è morta Lucy?"
    Van Helsing: "Beh..."
    Mina: "Ha sofferto molto?"
    Van Helsing: "Sì, ha sofferto molto, ma poi le abbiamo tagliato la testa, conficcato un paletto nel cuore e l'abbiamo arsa. Finalmente ha trovato la pace!"

    Anthony Hopkins nel ruolo del dottor Van Helsing è semplicemente divino!!!

    RispondiElimina
  4. Il libro è bello. Credo che l'autore irlandese usi la forma del diario per creare un'apparenza di realtà alla sua storia fantastica. Concordo su Bela Lugosi , ma Gary Oldman ha qualcosa di magico, il suo Dracula è quasi umano e giustificabile. Anche se quando va a spasso in cerca di Mina sembra Zucchero...

    RispondiElimina
  5. ‎"Benvenuto nella mia casa. Entrate liberamente. Uscitene sano e salvo, e lasciate un po' della felicità che portate!"

    RispondiElimina
  6. Da premettere che sono una paurosa senza speranze,quando da giovanetta vedevo al cimena film che parlavano di Dracula o degli horror, era matematico il mio risveglio nel cuore della notte cercando consolazione dalla sorella più grande.
    Il libro tuttavia,forse perchè privo di immagini, mi fa meno paura,in più, mi avvalgo di un piccolo trucchetto ,perchè laddove avverto timore, salto tranquillamente pagine più descrittive per arrivare presto al momneto più tranquillizzante.
    Questo romanzo,ha il pregio , al pari del Frankenstein di Mary Shelley, di avvalersi ,di passi tratti dai diari e dalle lettere dei protagonisti ed è proprio grazie al pesante utilizzo che fa Stoker della narrazione a mezzo del diario,che non è possibile dimenticare quella pietra miliare che è "Le avventure di Arthur Gordon Pym", del maestro del brivido Edgar Allan Poe.
    Le atmosfere, invece, richiamano l'Amleto di William Shakespeare, con i suoi complotti, l'aria oscura , i passaggi segreti e i misteri che ogni personaggio nasconde, e con il sacrificio di tanti innocenti alla causa del potere, della vendetta e del sangue.
    E' un romanzo complesso che unisce la tradizione del romanzo gotico e il moderno romanzo del terrore.

    RispondiElimina
  7. Sono felice che tu l'abbia proposto. Forse la maggior parte delle gente si immagina un Dracula in frac e mantello da pipistrello, mentre nel romanzo risulta essere uno dei personaggi più complessi della letteratura. Nel sontuoso film di Coppola poi diventa addirittura coinvolgente. Gli attori sono tutti impressionanti ed è indimenticabile Lucy "morta" col vestito da sposa più prezioso di tutta la storia del cinema.

    RispondiElimina
  8. Ho una passione per questo libro e anche per il film di Coppola, lussuoso, patinato finché volete, ma dal grandissimo pregio di aver tolto in malvagità e aggiunto in umanità. La condanna eterna di Dracula, la sua non-pace, la caccia spietata di cui è oggetto mi provocano quasi commozione. Ecco un passaggio finale del diario di Van Helsing, che prendo da vecchi appunti:

    Ed ecco una grande tomba più signoriale che tutte le altre; enorme, essa era, e nobile proporzionata. Su essa solo una parola:
    DRACULA
    Questa allora era la dimora non morta del Vampiro Re, al cui si dovevano tanti altri vampiri. Sua vuotezza parlava eloquentemente, facendo certo ciò che io già sapevo. Prima che io comincio a restituire queste donne a loro morto io mediante mio atroce lavoro, io metto in tomba di Dracula alcuno di ostia, e così io bandisco lui da essa. Non-morto, per sempre.

    Terribile.

    RispondiElimina
  9. mancava solo Dracula, vero? Come pure mancavo solo io. Mi immagino un uomo altissimo, adunco, avvolto in lunghi mantelli neri, coi canini luuunghi, a differenza di voi non vedo né Bela Lugosi né Gary Oldman ma Christopher Lee, per sempre e che paura.

    RispondiElimina
  10. “Listen to them, the children of the night. What music they make!”
    ― Bram Stoker, Dracula

    RispondiElimina
  11. "And now we are all scattered, and for many a long day loneliness will sit over our roofs with brooding wings. Lucy lies in the tomb of her kin, a lordly death house in a lonely churchyard, away from teeming London, where the air is fresh, and the sun rises over Hampstead Hill, and where wild flower grow of their own accord."
    --from DRACULA by Bram Stoker

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "E ora siamo tutti dispersi, e per molti giorni la solitudine rimarrà appollaiata sopra i nostri tetti. Lucy giace nel sepolcro di famiglia, un mausoleo signorile in un cimitero solitario, lontano dalla brulicante Londra, dove la brezza è fresca, e il sole sorge sopra Hampstead Hill, e dove fiori selvatici crescono spontaneamente ".

      Elimina