lunedì 3 settembre 2012

Il Gabbiano Jonathan Livingston - Richard Bach



(Jonathan Livingston Seagull - a story - 1972)


"I think I'll miss you, Jonathan," was all he said.
"Sully, for shame!" Jonathan said in reproach, "and don't be foolish!
What are we trying to practice every day? If our friendship depends on things like space and time, then when we finally overcome space and time, we've destroyed our own brotherhood! But overcome space, and all we have left is Here. Overcome time, and all we have left is Now. And in the middle of Here and Now, don't you think that we might see each other once or twice?"


“Penso che sentirò la tua mancanza, Jonathan!” Fu tutto quello che disse.
"Sully, vergognati!” Lo rimproverò Jonathan. “E non fare il cretino! Cosa studiamo a fare, ogni giorno? Se la nostra amicizia dipendesse da cose come lo spazio e il tempo, allora quando finalmente supereremo spazio e tempo, distruggeremo anche la nostra fratellanza! Va’oltre lo spazio, e tutto quello che abbiamo lasciato è QUI. Va’ oltre il tempo, e tutto ciò che abbiamo lasciato è ADESSO. E  in mezzo tra il qui e l’adesso, non pensi che noi potremo vederci, una volta o l’altra?”


Jonathan Livingston è un gabbiano a cui non basta procurarsi il cibo come la massa che lo circonda. Lui vuole imparare a volare sempre meglio, per il piacere di farlo, per misurarsi e superarsi, per assecondare la sua sete di libertà. L'ottuso governo dei gabbiani non apprezza la sua ambizione e lo dichiara fuorilegge. Ma Jonathan, solitario e instancabile, si esercita fino a raggiungere la perfezione del volo con abilità ed intelligenza. Muore, passando in realtà ad un livello superiore, in cui diventa l'istruttore dei gabbiani fuorilegge, per trasmettere loro innanzitutto l'amore per il volo libero, ma soprattutto la forza di ribellarsi alle leggi inique e obsolete che tanto piacciono ai conservatori.
Di questo gabbiano si sono impossessati un po' tutti, facendone un proprio cult, cattolici, anarchici, new-age....ideologie spesso contrastanti. Da un punto di vista religioso io lo trovo molto buddista. Da un punto di vista politico lo trovo molto progressista.

30 commenti:

  1. Un gabbiano anarchico: non si riconosce nelle leggi, giuste o sbagliate che siano, e le sfida fregandosene delle conseguenze.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Volare sopra ogni limite

      Elimina
  2. No, per me migliorarsi costantemente è un principio cristiano, ossia non sprecare i doni che ci sono stati fatti.

    RispondiElimina
  3. Senza voler smentire nessuno, io credo che questo gabbiano ci insegni a non accontentarci mai dei nostri limiti. Lo trovo un principio scientifico prima di tutto e poi anche sportivo. Senza questi principi non ci sarebbero scoperte nuove e nuove tecniche.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti, penso che ci insegni che l'unico limite, sia quello presente in ognuno di noi.
      Non sempre è necessario seguire la strada più facile ovvero quella battuta dalla massa,ma quella che ci appartiene, cavalcando il nostro senso di libertà ,soprattutto mentale,e al di fuori di schemi rigidi imposti da società e cultura

      Elimina
  4. julia.junior03/09/12, 13:49

    L'ho letto da piccola, appassionandomi alla storia di questo raro gabbiano (ma non unico)che intende imparare tutto del volo, oltre il sapere comune. Ma leggendo questa impostazione così diversa e inattesa del romanzo capisco di essere stata solo in superficie senza farmi troppe domande: è tempo di riprenderlo e rileggerlo. Così, sull'onda dei ricordi, mi sembra che Jonathan il gabbiano sia comunque uno di quei rari soggetti che nella vita si dimenano nelle imposizioni rigide, come fanno i ricercatori, gli scienziati e gli esploratori. Ed è grazie a loro se la massa inerte poi si avvantaggia di nuovi orizzonti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Jonathan insegue un sogno ed i sogni vanno accompagnati e seguiti fino in fondo ,anche quelli che sembrano irrealizzabili.La morale consiste nell' aver sempre fiducia in se stessi, per essere poi in grado di poter spiccare il volo,uscire dalla moltitudine della banalità e seguire il proprio credo

      Elimina
  5. Credo che il vero scopo di questo librino sia capire il segreto della bontà e dell'amore e del come possa essere praticato.
    E un libro storico che ha allietato diverse generazioni ed è tuttora da consigliare alle nuove leve,simbolo della caparbietà nell'inseguire gli ideali anche sfidando i pregiudizi altrui ed i propri limiti,senza mai accontentarsi, trovando la forza di emergere che è simbolo del senso di libertà.
    Jonathan non è un ribelle, ma segue il suo istinto ed il suo cuore, si costringe a fare scelte anche sofferte e coraggiose,in lui c'è un modo diverso di intendere la vita, che si allontana dal semplice soddifsacimento della materialità,dal bisogno del nutrimento del corpo.
    Cade e si ferisce più volte, ma non demorde, è disposto a tutto anche a morire a differenza degli altri gabbiani, per i quali volare non conta, ma conta maggiormente mangiare.
    In ognuno di noi c'è un gabbiano Jonathan,c'è il bisogno di luce, di sogni,del calore del sole,del soffio del vento,della freschezza dell'aria,ognuno di noi dovrebbe avere il coraggio di perseguire i propri sogni,gli scopi di una vita,non importa se si corre il rischio di restare delusi e se non si riesce a realizzare il proprio desiderio,l'importante è averci provato,aver avuto il coraggio della delusione ma non quello del rimpianto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Molto bene Enrica, la tua opinione è chiarissima, ma non dimenticarti che Jonathan è un ribelle, che infrange la legge consapevolmente, e anche più volte ritornando a sfidare il Consiglio dei gabbiani nonostante fosse condannato all'esilio. Se vogliamo leggerci la bontà, dobbiamo leggerci anche l'invito a sottrarsi alle leggi...

      Elimina
    2. Penso che ognuno di noi legga e veda secondo un proprio bisogno e secondo il modo nel quale è abituado a decodificare.Ti ringrazio tantissimo del complimento.

      Elimina
  6. Dico il mio parere, senza tanto timore: chi lo legge da piccolo si fa un'idea di avventura e tante altre cose belle e buone; ma leggerlo da adulti è inquietante, c'è un chiaro invito ad infrangere l'ordine precostituito perché così si riceverà la palma del migliore; c'è l'accenno alle sette vite secondo la religione buddista, ma soprattutto c'è, in questo breve romanzo, esattamente l'opposto della diatriba bene-male: anzi, piuttosto, c'è una percezione del bene che esula fortunatamente dalla mistica cattolica: il bene di uno potrebbe essere il male di altri, il bene degli altri è la sconfitta di quell'uno; ed infine: evidentissima la critica ai governanti saggi della comunità (religiosi o politici indifferentemente), persistenti nelle loro antiquate e frustranti ottiche.

    RispondiElimina
  7. Se dopo quarant'anni si litiga ancora sul vero significato di questo romanzo, e se ancora oggi tutti se ne appropriano per farne un inno ai propri ideali, significa solo una cosa: come tutti i libri che vengono ancora reinterpretati, è destinato a restare nella storia di tutti quelli che lo leggono, e che continuano a studiarlo. A me piace pensare a Jonathan come un'anticonformista molto coraggioso e anche un po' beffardo, politicamente scorretto, ma nel giusto.

    RispondiElimina
  8. Considero questo libro uno dei più belli letti, e ne ho letti tanti!. Lo trovo particolare perchè trasversale nelle generazioni, istruttivo per i ragazzi e da approfondire per gli adulti. Fa riflettere. Io condivido molti dei vostri pareri ma vorrei aggiungere il mio dubbio: cosa penserebbe mio figlio di un gabbiano che violando le leggi ottiene una vittoria? Spero che pensi che le leggi dei gabbiani siano diverse da quelle delle persone! E come spiegare le morti dei gabbiani che risorgono splendenti nel loro paradiso? Mi lascia questi dubbi, a cui non so rispondermi, ma essendo un libro, mi va bene così.

    RispondiElimina
  9. Riporto la notizia che segue, notando l'ironia della sorte.

    (AGI) - Washington, 2 set. - Richard Bach, L'autore del romanzo-icona degli anni '70, "Il gabbiano Jonathan Livingston", e' ancora ricoverato in gravissime condizioni dopo l'incidente in cui e' rimasto coinvolto il suo aereo. Bach, che ha 76 anni, e' ricoverato presso l'Harborview Medical Center di Seattle, dove secondo i sanitari le sue condizioni sono invariate. L'idrovolante di Bach si e' schiantato sulla pista d'atterraggio dell'isola di San Juan, nello Stato di Washington (Bach vive sulla vicina isola di Orcas); estratto dal velivolo pesantemente danneggiato, lo scrittore e' stato portato in elicottero in ospedale. Il suo romanzo, pubblicato nel 1970 e in cima alla classifica dei Best Sellers del New York Times due anni piu' tardi, racconta la struggente storia di un giovane gabbiano che vuole raggiungere a tutti i costi il volo perfetto e per questa sua passione, giudicata eccentrica e poco produttiva dai suoi colleghi, viene espulso dal clan. Nel 1973, il romanzo divenne un film.

    RispondiElimina
  10. MariaTeresa05/09/12, 21:40

    Avevo letto questo libro da ragazzina, ma sono stata assalita dal desiderio di rileggerlo, per comprendere se alla mente di un adulto possono arrivare sensazioni ed emozioni differenti o semplicemente più forti.
    Devo dire mi è piaciuto tantissimo, mi sono immediatamente identificata nel gabbiano e nel suo desiderio di libertà e nella sua voglia di perfezionismo alla ricerca del " volo perfetto".
    Mi piace la parte dove l'anziano del Consiglio chiama a rapporto Jonathan: "Si porti al centro dell'Emiciclo il gabbiano Jonathan, affinché mediti e impari che l'incosciente temerarietà non può dare alcun frutto, tutto è ignoto, tranne che siamo al Mondo per mangiare e campare più a lungo possibile". Il povero Jonathan si sente come se fosse stato colpito da una randellata, le ginocchia si sciolgono, le penne diventano flosce, le orecchie ronzano e pensa alla sua grande Impresa gridando: "chi ha più coscienza di un gabbiano che cerca di dare un significato, uno scopo più alto all'esistenza? Per mille anni ci siamo arrabattati per un tozzo di pane ed una sardella, ma ora abbiamo una ragione, una vera ragione di vita: imparare e scoprire cose nuove, essere liberi, datemi solo il tempo di spiegarvi”. Ecco, questo è il racconto di un giovane gabbiano la cui voce resta inascoltata e che pure predica l'amore. Quando Fletcher, suo discepolo, gli chiede: ma come si fa ad amare come mi dicesti tu, e a perdonare chi ci vorrebbe persino uccidere? egli risponde: "Fletch, tu non devi amare la cattiveria e l'odio, ma bisogna esercitarsi a discernere il vero gabbiano, a vedere la bontà che c'è in ognuno ed aiutarlo a scoprirla da se stessi in se stessi, questo è ciò che intendo amore e proverai anche gusto una volta afferrato lo spirito del gioco".
    L'uomo è nato per essere libero da superstizioni, da vecchie abitudini e da qualunque forma di schiavitù.

    RispondiElimina
  11. Mi piace pensarlo libero e senza confini... ma se devo esprimere un parere (umile)lo trovo davvero buddista, essendo decisamente Sullivan e Chiang monaci buddisti. Progressista? Forse, ma di certo sono conservatori i gabbiani del Consiglio.

    RispondiElimina
  12. "Scoprì ch’erano la noia e la paura e la rabbia a render così breve la vita d’un gabbiano. Ma, con l’animo sgombro da esse, lui, per lui, visse contento, e visse molto a lungo."

    da "Il gabbiano J. Livingston", R. Bach

    Biblioteca dei Libri Magici

    RispondiElimina
  13. Eνery wееκend i used to pay а quiсk visіt this web site, because i wish fοг enjоyment, sinсe thiѕ this ѕite conаtіοnѕ genuinеly nice funny information too.

    RispondiElimina
  14. Health, Wisconsin27/08/13, 18:42

    Heya i'm for the first time here. I found this board and I find It really useful & it helped me out a lot. I hope to give something back and aid others like you aided me.

    RispondiElimina
  15. I used to be able to find good info from your blog
    pоsts.

    V2 Cig Review

    RispondiElimina
  16. Great information. Lucky me I recently found your blog by chance (stumbleupon). I have saved it for later!

    RispondiElimina
  17. Woah! I'm really digging the template/theme of this blog. It's simple, yet effective. A lot of times it's challenging to get that "perfect balance" between usability and visual appeal. I must say you've done a very good job with this. In addition, the blog loads very fast for me on Opera. Exceptional Blog!

    RispondiElimina
  18. all the time i used to read smaller content which also clear their motive, and that is also happening with this article which I am reading here.

    RispondiElimina
  19. Ahaa, its good conversation about this paragraph at this place at this website, I
    have read all that, so now me also commenting here.

    RispondiElimina
  20. Dean Graziosi01/08/14, 16:37

    Hey! I'm at work browsing your blog from my new iphone! Just wanted to say I love reading through your blog and look forward to all your posts! Carry on the fantastic work!

    RispondiElimina
  21. Hello! I know this is kinda off topic but I was wondering if you knew where I could get a captcha plugin for my comment form? I'm using the same blog platform as yours and I'm having problems finding one?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. don't sign up as anonymous, you must sign with your name, or nickname. Hi!

      Elimina
  22. Boise Idaho28/08/14, 10:52

    Hello just wanted to give you a quick heads up. The text in your content seem to be running off the screen in Opera. I'm not sure if this is a formatting issue or something to do with internet browser compatibility but I figured I'd post to let you know. The style and design look great though! Hope you get the problem resolved soon. Many thanks

    RispondiElimina
  23. Sherwood Oregon25/09/14, 10:48

    I believe everything typed was actually very reasonable. But, what about this? suppose you were to write a killer headline? I mean, I don't wish to tell you how to run your blog, however suppose you added a headline that grabbed folk's attention? I mean "Il Gabbiano Jonathan Livingston - Richard Bach" is kinda plain. You could look at Yahoo's home page and note how they create news titles to grab viewers interested. You might add a video or a picture or two to get readers interested about everything've got to say. Just my opinion, it might bring your posts a little bit more interesting.

    RispondiElimina
  24. These are really great ideas in concerning blogging. You have touched some nice points here. Any way keep up wrinting.

    RispondiElimina