mercoledì 9 novembre 2011

Vangeli Apocrifi



Non sono nessuno per commentare quest'opera. Ma voglio spiegare lo sgomento, la meraviglia, la profonda emozione che ho provato leggendo (cercando di studiare) questi vangeli nascosti, o meglio momentaneamente non omologati. Cercavo rivelazioni diverse. Ho trovato una profondissima spiritualità, ho trovato tante spiegazioni, tanti tasselli mancanti per la comprensione degli altri vangeli. Lo consiglio vivissimamente a tutte quelle persone cui piace discutere di religione, sia contro, come ero io, che a favore.

5 commenti:

  1. Io lo consiglio soprattutto ai cattolici, perchè possano capire di quante cose sono stati depredati nel corso dei secoli... ma la verità è che i cattolici considerano questi vangeli come dei falsi, e agli atei per principio non importa nulla. Anna

    RispondiElimina
  2. Sono atea per definizione, ossia rinnego i dogmi imposti dalla chiesa. Ciononostante, a suo tempo ho letto la bibbia, il trucido antico testamento in particolare. per cui ritengo di poter dire la mia: il peccato originale della chiesa sta proprio nella censura perpetrata agli antichi testi, per condizionare la ragione e indirizzarla verso i propri interessi. Ma non siamo un popolo di deficienti, basta un libro come questo, o un film (discutibile d'accordo)come il codice da vinci per far traballare le Loro Maestose Cattedrali.

    RispondiElimina
  3. aiuto, come si pronuncia correttamente? non lo trovo da nessuna parte

    RispondiElimina
  4. Apòcrifo, come in greco. Ciao

    RispondiElimina
  5. Sono tuttora cristiana, anche se non tollero l'esasperazione del cattolicesimo. I Vangeli apocrifi sono molto interessanti, anche se spesso ripetitivi tra di loro. Ma non saranno mai ripetitivi quanto la Bibbia e il Corano tra di loro, cosa che si può notare solo leggendoli.

    RispondiElimina